Assemblea ANAB ordinaria e straordinaria il 29 ottobre

Si terrà su piattaforma Zoom in II convocazione l'Assemblea Ordinaria dei Soci


...Continua a leggere

ANAB a SAIE 2020

a Bologna dal 14 al 17 ottobre 2020


...Continua a leggere

I 25 principi dell'edilizia bioecologica di IBN

ANAB traduce in italiano i 25 principi del costruire sano


...Continua a leggere
lunedì, 11 maggio 2020

CALCE AEREA PER SANIFICAZIONE AMBIENTI INDOOR di Gavino Cau

#pilloleANAB: Spunti, riflessioni, idee, resilienza nel periodo dell’isolamento

«.. la calce che sarà necessaria, ancora colle porte e finestre serrate, e con la stessa calce si bianchierà due volte la detta camera, e sarà sufficientissima purga (caustica)...». Editto del 1649, viceré Don Garcia de Avellaneda y Haro

In questo periodo, nel tempo libero da trascorre a casa, reso disponibile dalla quarantena a cui siamo costretti, molte persone stanno approfittando di questo momento per imbiancare casa. Ma qual è il materiale per eccellenza, idoneo ad ottenere un ambiente con un migliore confort e una maggiore igiene degli ambienti interni.

La calce è un battericida naturale in grado di disinfettare e impedire la proliferazione dei batteri grazie al pH alcalino. Utilizzata infatti sin dall’antichità insieme ad altri ingredienti pozzolanici e non, la calce è il legante per varie tipologie di malte, soprattutto per la messa in opera di strutture murarie, intonaci, nonché pitture che venivano impiegate per sanificare e disinfettare gli ambienti interni, ma analizziamone le caratteristiche principali.

Come composto chimico, la calce aerea non è altro che idrossido di calcio (Ca(OH)2) che risulta essere una molecola piuttosto caustica. Durante il processo di carbonatazione, ovvero di indurimento, l’idrossido prende dall’aria l’anidride carbonica (CO2) e si trasforma in carbonato di calcio (CaCO3). In questa trasformazione si attenuano ma permangono le proprietà alcaline.

La calce aerea si ottiene attraverso la cottura di pietre carbonatiche (CaCO3) che portate a una temperatura media di circa 900°C, ma non superiore, si trasformano in calce viva (CaO) in quanto la cottura porta a rompere la molecola originaria che rilascia l’anidride carbonica nell’aria riducendo il peso della pietra originaria di circa il 45%. Successivamente spenta in acqua a basso contenuto di sali,

la calce viva produce una reazione esotermica che la porta a combinarsi con l’acqua per formare l’idrossido di calce (Ca(OH)2).

La calce aerea si trova in commercio sotto due forme: grassello di calce che, spento in una quantità abbondante di acqua, si prefigura come una pasta viscosa e calce idrata che, spenta con una quantità stechiometricamente necessaria per combinare ogni molecola di ossido di calce con una molecola di acqua (circa il 32% del peso della calce viva) si prefigura come una polvere.

 Articolo completo LA CALCE, BATTERICIDA NATURALE 

 

Gavino Cau _ ANAB Sardegna

ANAB architettura naturale

Associazione Nazionale Architettura Bioecologica APS/ETS

       

i: Via Cipro, 30 25124 Brescia   
t: 06 51604667
e: info@anab.it
wwww.anab.it


NOTA: Gli interventi tematici (#PilloleANAB) sono uno spazio aperto al confronto e alla discussione in cui i Soci ANAB possono proporre riflessioni, approfondimenti e proposte, con l'obiettivo di favorire il confronto dialettico all'interno dell'Associazione. Tutti i Soci ANAB sono invitati ad inviare i propri contributi, indirizzando una email con oggetto "Proposta di intervento tematico" a comunicazione@anab.it, contenente un documento in formato doc/odt della lunghezza massima di due cartelle, con allegate eventuali immagini in formato jpg. Gli articoli pubblicati non esprimono necessariamente il punto di vista di ANAB, ma quello dell'autore, nell'ambito del dibattito culturale interno all'Associazione. I testi pubblicati rimangono di proprietà dell'autore, che concede gratuitamente ad ANAB il diritto di pubblicazione illimitato su qualunque media. L'autore inoltre si assume la piena responsabilità del testo pubblicato. ANAB, a proprio giudizio insindacabile, e senza alcun obbligo, potrà decidere di pubblicare solo gli articoli ritenuti più significativi.

SEDE LEGALE via Cipro 30 25124 Brescia - Italia - Contatti: tel. 06 51604667 - fax 06 51882448
PARTITA IVA / CODICE FISCALE 02392730160 - IBAN: IT 40 W 02008 11220 000100461946